UMANITÀ NUOVA

Economia e lavoro

SDomingo


Santo Domingo, mèta turistica per eccellenza e, allo stesso tempo, isola poverissima del Centro America. Anche qui l'ideale della fraternità, vissuto soprattutto tra i giovani, sta creando una nuova cultura che risponde alle ferite della città.

di Margarita Cano- Santo Domingo (Repubblica Dominicana)

 

Santo Domingo, capitale della Repubblica Dominicana, è anche capitale del turismo internazionale per eccellenza. I suoi paesaggi marini, tra i più belli al mondo, fanno di quest'isola una mèta privilegiata, raggiunta da circa ...... persone l'anno.

Allo stesso tempo la povertà è la vera regina del paese, che soffre da sempre di uno sfruttamento da parte di multinazionali e paesi occidentali, che quasi mai è stato a vantaggio della popolazione locale.

Alla miseria spesso si accompagna un sottosviluppo dal punto di vista culturale ed educativo, che limita fortemente l'espressione dei talenti che questo popolo può vantare. In più, la povertà rende i giovani vulnerabili alla criminalità organizzata che in certi casi rimane l'unica alternativa per sbarcare il lunario.

Proprio per rispondere a questo tipo di ferita, un gruppo di giovani della città, mossi dall'ideale della fratellanza universale, punta sulla creatività tipica della gente per offrire nuove opportunità di lavoro e allo stesso tempo proporre un modo interessante di “fare educazione”.

Nasce così “Jóvenes Creativos”, un'azienda che produce materiale educativo in legno, che dà lavoro ai giovani del barrio El Café,  uno dei quartieri più a rischio della città.

La piccola impresa lavora talmente bene che viene raccomandata a un grande centro commerciale, forse il mercato più grande della città. L'offerta è ghiotta: uno spazio tutto dedicato ai nostri prodotti, in modo che si possano distinguere dagli altri giocattoli come “prodotti etici”. E' una grande opportunità, che i ragazzi colgono al volo creando un'expo dei giocattoli educativi come fosse una casetta.

Allo stesso tempo, per rimanere sul mercato, è necessario elaborare delle strategie di vendita, creare codici ufficiali per ogni gioco, preparare un libretto delle istruzioni, tutti elementi che fanno compiere un passo avanti alla qualità del nostro lavoro.

Migliaia di persone ogni giorno possono conoscere il nostro progetto attraverso lo stand e la “casetta”, aperta dalle 8 del mattino alle 10 di sera. E' un lavoro che sta creando grandi benefici: innazitutto i lavoratori di “Jóvenes Creativos” sono cresciuti per strada, senza un futuro, con la sola speranza di riuscire a trovare qualcosa da fare e da mangiare per quella giornata.

Avere un'opportunità di lavoro che loro piace, rispettare degli orari, imparare a essere educati con le persone e a gestire delle vendite e il rispetto degli impegni assunti con altre persone, è la prima lezione educativa  che allo stesso tempo offre a questi giovani una nuova speranza nel futuro.

Vendono un buon numero di prodotti e stanno imparando, attraverso la serietà del lavoro e il confronto con gli impiegati degli altri negozi, importanti lezioni di vita. Tutto questo dà più credibilità all'ispirazione iniziale dell'azienda, nata per dare un futuro migliore a chi non ha mai avuto una voce un capitolo. Se i giovani saranno più formati al lavoro e avranno la possibilità di non essere più schiavi di nessuno, troveranno quella libertà che farà loro costruire una città migliore non solo per i turisti, ma per loro stessi per primi.

Intanto nel barrio “El Cafè”, tra i più poveri della città, si continua l'opera di formazione dei giovani ai quali poi viene data la possibilità di lavorare nei negozi. E' questo lavoro sotterraneo per le strade, nelle case, a stretto contatto con la gente, quello più prezioso per risollevare le sorti di un quartiere.

Questi giovani hanno bisogno di ritrovare la fiducia, di essere tolti da una spirale che li porta nel giro del crimine organizzato, così presente nella comunità in cui vivono.

Si stanno così aprendo nuove possibilità in altri negozi, per dare possibilità a tanti altri giovani del barrio di migliorare la loro vita e allo stesso tempo quella della loro città.

 © Photo Copyright Volontari per Ucodep, Creative Commons License
Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.