UMANITÀ NUOVA

quotidiani

La carica dei ragazzi di Quezzi

Genova Quezzi

 

Il Secolo XIX pubblica un articolo sui ragazzi del Quezzi, un quartiere di Genova: l’aiuto agli anziani, il progetto “Coloriamo la città”, sono solo alcune tra le iniziative intraprese per migliorare la vita nel quartiere e nel territorio circostante.

Leggi tutto...

Intervista al Cardinale Scola

ScolaVirtù, gratuità e amicizia: secondo il Cardinale Scola sono questi i tre valori da sviluppare in una comunità: a due mesi dal suo arrivo in città, l’arcivescovo di Milano racconta al quotidiano “Avvenire” la sua ricetta per arrivare a una “amicizia civica” che sia fonte di idee creative e funzionali alla vita della città in ogni suo aspetto e in ogni ambito: “Serve buon governo a tutti i livelli, dalla famiglia al condominio, dal quartiere alla città, dal Paese all’Europa”.

 

Puoi leggere l’intervista integrale al Cardinale Scola in italiano.

A Pisa nasce la cittadella per gli ultimi

Pisatower

 

 

 

 

A Pisa  nasce la cittadella per dare aiuto agli ultimi. Dando nuova vita  a un cinema parrocchiale inutilizzato, la diocesi ospiterà un emporio rivolto ai poveri del territorio.

Clicca qui per leggere l'articolo di Avvenire.

... E Milano risponde

Milano1

 

Milano risponde all'appello di Tettamanzi. Qiqajon è l'oasi nel centro della città dove trovano ristoro ragazzi con famiglie in difficoltà. Nel caos frenetico della metropoli, dove tutto e tutti corrono nell'indifferenza, c'è un cuore di impegno e solidarietà dove le famiglie sono aperte a chi più ha bisogno.

Clicca qui per leggere l'articolo di “Avvenire”.

Rassegna stampa: Il miracolo del Laurentino

Image_3E' proprio una bella storia quella pubblicata sul giornale “Avvenire” del 29 Aprile 2010: si racconta di Alfredo Tonelli, ex-autista ora in pensione, che dedica le sue giornate ai ragazzi del quartiere Laurentino 38 a Roma per realizzare un piccolo miracolo in mezzo al cemento, la Polisportiva Joyce: nel quartiere non c’è un altro posto dove andare per i ragazzi con storie familiari spesso difficili, fatte di droga, carcere e violenza.
“Sono ragazzi ai quali nessuno ha mai dato nulla”- racconta- “e sono capaci di commuoversi anche solo se gli regali un paio di guantoni per giocare in porta”.
“Sor Tonelli” come è chiamato da tutti qui, è stato da poco insignito del IX Premio Leonardo Murialdo- una vita per la gioventù  per “aver portato il calcio nei quartieri periferici della Capitale, con lo scopo di dare ai ragazzi un’alternativa alla strada”.

Leggi qui l'articolo di Avvenire.

©Copyright Avvenire, all rights reserved

Altri articoli...

  1. Intervista a Marco Romano
Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.