UMANITÀ NUOVA

Biblioteca

Biblioteca

biblioteca

Benvenuti nello spazio “biblioteca”. Scrittori, artisti, filosofi, giornalisti e intellettuali, hanno preso sulle loro spalle le domande provenienti dalle realtà sociali e le hanno diffuse attraverso articoli, libri, video. In ogni testo viene in evidenza la qualità dei rapporti sociali, come base per la felicità di singoli, famiglie e intere comunità.

Soccer Clinic

Soccer-Clinic
 

Tom Bendistinto ci racconta, attraverso le pagine di Living City, la sua storia che coniuga la passione per lo sport con quella per la sua città. A Melbourne nasce così una scuola di calcio che diventa occasione di incontro per i ragazzi di tutto il quartiere.

Clicca qui per leggere l'articolo in inglese.

 

 

© Photo Copyright Shutterpal, all rights reserved

L'altra Palermo

 

Laltra-Palermo-Avvenire201

Città Nuova e Avvenire ci raccontano, con due differenti articoli, il fermento nel quartiere Zen di Palermo.

Alessandra Turrisi ci porta alla scoperta “dell'altra Palermo”, dove artisti e volontari si muovono alla riconquista di uno dei quartieri più “caldi” della città, mentre Amanda Cima racconta un viaggio che si fa testimonianza, dove è possibile dimostrare non solo che qualcosa può cambiare, ma che è vero: “quando i riflettori si accendono sulla cronaca, tutto il resto spesso resta in ombra”, soprattutto il lavoro di gente che, nel silenzio, fa rinascere la città.
Palermo è tanto, è molto di più, e vale la pena intraprendere questo viaggio appassionante.

Potete scaricare o leggere l'articolo di Avvenire del 29 Giugno 2010 qui, mentre per l'articolo di Città Nuova cliccate qui.

 

©Foto Copyright "Avvenire", all rights reserved.

Trento: Vivo in positivo la mia città!

logo_vivopositivo“Ci sono persone che in una giornata, per ogni sorriso fanno troppi mugugni.. prova a contribuire con un'inversione di tendenza”.
E' questo uno degli slogan che è facile trovare per le strade di Trento, nel nord Italia, grazie a “Vivopositivo lamiaCittà”.

All'ombra del Castello del Buonconsiglio,  il più vasto e importante complesso monumentale della regione, ha sede questa associazione che si propone di “migliorare la qualità delle relazioni sociali e interpersonali nella città di Trento”.

Nata con il coinvolgimento di una trentina di realtà cittadine che operano nel sociale, l'associazione dispone di una vetrina virtuale grazie alla quale è possibile conoscere le numerose iniziative messe in campo, fra le quali c'è la nascita di una “rete” tra tutti i soggetti sociali che sostengono e promuovono il vivere positivo in città. Migliorare le relazioni interpersonali, i rapporti con i vicini, cercando il positivo nelle situazioni quotidiane, stimola le energie creative di ogni persona, nella direzione di un bene comune a basso costo. Perchè, come dice una nota poesia di Padre Faber “un sorriso non costa nulla e produce molto”.

Per conoscere tutte le iniziative visita il sito dell'associazione.


Milano-Torino, per pensare in positivo

MilanoSu Città Nuova on line sono di scena Torino e Milano.  Cliccando sulle pagine web della rivista, è possibile leggere un articolo di Silvano Gianti dal titolo “Non possiamo stare a guardare . Gianti racconta come il fondo famiglia-lavoro istituito dal Card. Tettamanzi ha aiutato quasi 3mila famiglie e distribuito fondi per circa 6 milioni di euro. Uno stimolo per la Milano individualista ad aprire i propri orizzonti.


Torino

 

Basta scendere un po' più in basso e l'articolo "Torino, capitale della fraternità". Michele Genisio racconta come la città sabauda sta scoprendo nell’ostensione un’occasione affascinare migliaia di turisti ma non solo: capitale del barocco e regina del gusto, Torino ha le carte in regola per divenire capitale della fraternità.

Can We Design cities for happiness?

Enrique-Penalosa

Vi proponiamo di seguito un interessante articolo in lingua inglese apparso sul blog Shareable cities.
Enrique Penalosa è stato per tre anni sindaco di Bogotà, in Colombia. Dalla sua esperienza politica, durata fino al 2001, ne ha tratto un messaggio che ora va diffondendo in tutto il mondo su come migliorare la qualità della vita per tutti coloro che vivono nelle città di oggi.

Forte dei successi del suo mandato politico, Penalosa  intende presentarsi come un faro di speranza per le città del mondo in via di sviluppo destinate, con le loro povertà e problemi, ad assorbire gran parte della popolazione mondiale nei prossimi cinquant'anni.

Ecco perchè Penalosa usa frasi come “qualità della vita” o “giustizia sociale” per descrivere l'impegno di offrire ai poveri i servizi pubblici di prima classe e piacevoli luoghi pubblici; sono solo i primi esempi di una progetto ben più complesso per fare in modo che la felicità diventi davvero un bene comune a cui tutti possono avere accesso.

Leggi qui l'articolo completo

Rassegna stampa: Il miracolo del Laurentino

Image_3E' proprio una bella storia quella pubblicata sul giornale “Avvenire” del 29 Aprile 2010: si racconta di Alfredo Tonelli, ex-autista ora in pensione, che dedica le sue giornate ai ragazzi del quartiere Laurentino 38 a Roma per realizzare un piccolo miracolo in mezzo al cemento, la Polisportiva Joyce: nel quartiere non c’è un altro posto dove andare per i ragazzi con storie familiari spesso difficili, fatte di droga, carcere e violenza.
“Sono ragazzi ai quali nessuno ha mai dato nulla”- racconta- “e sono capaci di commuoversi anche solo se gli regali un paio di guantoni per giocare in porta”.
“Sor Tonelli” come è chiamato da tutti qui, è stato da poco insignito del IX Premio Leonardo Murialdo- una vita per la gioventù  per “aver portato il calcio nei quartieri periferici della Capitale, con lo scopo di dare ai ragazzi un’alternativa alla strada”.

Leggi qui l'articolo di Avvenire.

©Copyright Avvenire, all rights reserved

Novità su Città Nuova on line

Sfogliando gli ultimi numeri della rivista Città Nuova, è possibile conoscere storie, volti e luoghi delle nostre città.

Sul numero 6/2010 è possibile leggere “So una notizia bellissima…”  Gianfranco Manganella, “pensionato dal cuore giovane” ci racconta il suo impegno contro l’anonimato in un quartiere di Roma. Sulla rivista trovate l’articolo a pag. 38.

A pagina 46 invece, Sara Fornaio ci fa conoscere un altro volto di Napoli, molto diverso dal solito stereotipo di rifiuti e camorra: è una narrazione che mostra ciò che è più vero nella città partenopea: il cuore. Per scoprire il "Cuore di Napoli", puoi cliccare qui.

Facciamo un passo indietro, e andiamo a scoprire, sul numero  5/2010 un interessante articolo di Elena Granata su Milano e gli extracomunitari. Via Padova è una di quelle vie che anche i tassisti si rifiutano di percorrere, una di quelle zone multietniche per eccellenza che richiede un intervento pubblico a tutto campo.  I recenti fatti di attualità non si possono comprendere in pieno se non “entrando” dentro la vita degli immigrati che, arrivati a Milano con un sogno, hanno trovato solo sconfitte ed emarginazione. Leggi l'articolo qui.

In occasione dei dieci anni del conferimento della cittadinanza onoraria di Roma a Chiara Lubich, viene riproposto qui il pensiero della fondatrice dei Focolari sulla “vocazione” di Roma, attraverso stralci di interviste e discorsi di quegli anni. Puoi scaricare dal nostro sito il suo discorso integrale alla città di Roma, tenuto in Campidoglio il 22 Gennaio 2000, cliccando qui.

Fiducia e paura nella città

Buenos-Aires

Un  volume che raccoglie tre saggi del noto sociologo polacco, che pongono in discussione la vita quotidiana delle persone nella grande città. Nell'era del villaggio globale, i grandi centri sono quel bivio tra possibilità e frustrazione, tra degrado e sviluppo, tra felicità e paura, dove “zampillano i problemi”, ma dove risiede la più grande creatività per rendere “più umana la società degli uomini”.

di Paolo Balduzzi

Leggi tutto...

Una candelina, 60 città

Citt-per-la-fraternit“Creare una rete di dialogo e confronto tra comuni ed altri enti locali - non solo italiani - che sentono, nell'ambito del più vasto complesso lavoro di tipo politico-amministrativo, di promuovere la pace, i diritti umani, la giustizia sociale e specialmente la fraternità universale". E’ nelle parole del suo presidente, il sindaco di Rocca di Papa Rosario Boccia, che si scopre la finalità dell’Associazione Città per la Fraternità, nata il 4 Dicembre 2008 ispirandosi alla vita, al pensiero e all'azione di Chiara Lubich che ha fatto della categoria della fraternità, una reale via di unità e concordia.
Un anno dopo, nel Dicembre 2009, un convegno nella cittadella di Loppiano (Incisa Valdarno-Fi), ne ha tracciato un primo bilancio.
Paolo Senesi ne ha scritto per la rivista Città Nuova.  Vi proponiamo il testo, che potete scaricare collegandovi al link:

http://www.cittanuova.it/contenuto.php?idContenuto=21900&TipoContenuto=articolo&idSito=1


Paolo Balduzzi

Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.