UMANITÀ NUOVA

Educazione e cultura

Gruppo Rosario ok

 

 

22.000 contatti social e 1.400 visualizzazioni dei video tra Facebook e Youtube. Sono alcune cifre del congresso internazionale per gli educatori che si è svolto a Rosario (Argentina), dal titolo: Educare per la fraternità: una sfida collettiva”.

Sono giunti da tutto il “Cono Sud” dell’America Latina, per un totale di circa 400 persone dall’Uruguay, Paraguay, Chile, Argentina, più qualcuno della Colombia, della Bolivia e… Francia. A questi sono da aggiungere i 22.000 contatti social e le 1.400 visualizzazioni di video tra Facebook e Youtube. Sono queste alcune cifre del congresso internazionale per gli educatori che si è svolto a Rosario (Argentina),  dall’11 al 13 Maggio dal titolo: "Educare per la fraternità: una sfida collettiva".

Un alternarsi di pdf workshop, di tavole rotonde e di conferenze, momenti artistici (259 KB)  che hanno espresso una vera fraternità già in atto in alcune realtà sociali ed educative del Conosur. Dagli spettacoli dei gauchos, al concerto dei ragazzi di una favela... 

I partecipanti infatti si sono distinti per la loro diversa appartenenza al mondo dell’educazione: cioè, amministratori, insegnanti, studenti, famiglie, docenti, tutor, bibliotecari, segretari di istituti di ogni livello e grado,  così come formatori di bambini, adolescenti, giovani e adulti membri dei movimenti ecclesiali e delle associazioni.

programma okNon sono mancate visite di personalità quali il Vescovo di Rosario Mons. Eduardo Eliseo Martín e il governatore della provincia di Santa Fe, Miguel Lifschitz.

Pierre Benoit, insegnante di Parigi, lavora a servizio della commissione Cultura ed Educazione del Movimento Umanità Nuova, e ha partecipato al convegno: «I workshop, in particolare» - ci scrive da Rosario - «sono stati momenti forti e densi d’incontro e di scambi tra educatori». 

Le esperienze infatti hanno avuto come comune filo conduttore la capacità di  testimoniare un nuovo modo di educare che, alla luce del Vangelo e avendo come obiettivo la fraternità universale, si prende in carico la persona integralmente.

«Adesso, grazie a questo incontro di fraternità vissuta si sta avviando il progetto di mettersi maggiormente e decisamente in rete, dietro la richiesta degli stessi partecipanti, che tornano nelle loro scuole nuovamente motivati nel loro lavoro quotidiano a contatto con i ragazzi, e con una diversa volontà di costruire rapporti fraterni tra gli studenti, con i colleghi, con i presidi, con l’ambiente circondante la scuola».

Il congresso, svolto non nella capitale dell’Argentina ma in una “periferia”, ha segnato una nuova compartecipazione tra tante realtà educative del cosiddetto “Conosur”, che affonda le sue radici in un lavoro preparatorio durato circa due anni.

 

Rassegna Stampa:

Rosario3.com

Aica.org

Paìs24

Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.