UMANITÀ NUOVA

Economia e lavoro

Papa Bolivia Movimenti Popolari


«Bisogna cambiare il sistema economico mondiale e sostituirlo con la globalizzazione della solidarietà». E’ uno dei passaggi chiave del lungo e appassionato discorso di Papa Francesco al Secondo Incontro mondiale del Movimenti Popolari, il 9 Luglio scorso a Santa Cruz della Sierra, in Bolivia. Il Papa ha ribadito che bisogna ascoltare il grido degli esclusi, difendere la Madre Terra sempre più devastata, e ha assicurato la vicinanza sua personale e della Chiesa alle battaglie dei movimenti e delle forze sociali.

 A un certo punto Francesco è entrato nel vivo della questione, individuando non solo le ferite da guarire, ma anche l’atteggiamento che dovremmo avere in relazione alle sfide che l’umanità sofferente pone. Ecco due stralci:

«Perché “abbiamo visto e udito” non la fredda statistica, ma le ferite dell’umanità sofferente, le nostre ferite, la nostra carne. Questo è molto diverso dalla teorizzazione astratta o dall’indignazione elegante. Questo ci tocca, ci commuove e cerchiamo l’altro per muoverci insieme». (...)

(...) Vedo con gioia che lavorate nella dimensione di prossimità, prendendovi cura dei germogli; ma, allo stesso tempo, con una prospettiva più ampia, proteggendo il bosco. Lavorate in una prospettiva che non affronta solo la realtà settoriale che ciascuno di voi rappresenta e nella quale è felicemente radicato, ma cercate anche di risolvere alla radice i problemi generali di povertà, disuguaglianza ed esclusione. (...)

Per un approfondimento:

Francesco: ascoltare grido degli esclusi, basta idolatria del denaro (servizio di Radio Vaticana)

Il discorso integrale del Papa:

Discorso del Santo Padre Francesco al II incontro mondiale dei Movimenti Popolari (testo)

Discorso del Santo Padre Francesco al II incontro mondiale dei Movimenti Popolari (video)

 © Photo Copyright SIR, Creative Commons License
Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.