UMANITÀ NUOVA

Comunicazione sociale


martini«Il Parkinson gli tolse la parola e lo limitò nei movimenti. Per battere sui tasti del computer o semplicemente per vergare la sua firma doveva fare una gran fatica, ma considerava quelle difficoltà una benedizione, perché lo obbligavano ad andare ancora di più al cuore della comunicazione, togliendo ogni orpello, ogni fronzolo inutile».

Così Aldo Maria Valli, giornalista del TG1, racconta Carlo Maria Martini e della sua “inquietudine” di comunicare, vissuta con la consapevolezza che è tutta una questione che riguarda "il senso profondo del rapporto con l’altro".

E’ possibile leggere l’articolo integrale cliccando qui.

 

 

Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.