UMANITÀ NUOVA

Armonia sociale e arte

La forma della città
La città che forma

Idee e proposte per conoscere i luoghi dove abitiamo
(parte IV)

 

Sommario

1. Esiste ancora la città?
2. Cityfest: la città al centro
3. Conoscere e amare la propria città
4. Descrivere, esplorare, immaginare la città

4. Descrivere, esplorare, immaginare la città

PROPOSTE DI ATTIVITÀ

Sono molti i modi nei quali provare a sollecitare i partecipanti ai Cityfest a conoscere e comprendere i luoghi dove abitano. Qui ci limitiamo a segnalare tre possibili percorsi:

Descrivere la città. Un primo modo per avvicinare i cittadini ai loro luoghi di vita può consistere nel proporre momenti di condivisione e confronto di taglio culturale a partire da alcuni strumenti che descrivono, rappresentano, illustrano alcuni degli aspetti della vita e degli spazi della città.

Si potrebbe pensare ad un incontro o seminario o ad una mostra in un auditorio; i partecipanti hanno sostanzialmente un ruolo di ascolto, di percezione visiva.

Attraverso filmati, video, poster, conferenze (anche in libera combinazione fra di loro), eventualmente corredati da piccoli stampati (o altro) illustrativi e/o esplicativi, si aiuterà a conoscere la città:
- nella sua interezza;
- in un suo luogo o una sua parte;
- in una tematica o una questione colta attraverso i luoghi in cui si manifesta (es.: i luoghi delle abitazioni dei poveri; gli spazi pubblici o una loro categoria particolare; le attività del terziario e la trasformazione del centro urbano).

Una partecipazione attiva può avvenire sollecitando i partecipanti ad intervenire dopo le presentazioni: oralmente, con disegni, gruppi di discussione, proposte d’interventi, azioni di diverso tipo anche sociale o legislativo, testi scritti.

La partecipazione attiva può anche estendersi oltre il Cityfest e diventare ad esempio redazione di un testo, di documenti grafici o multimediali, inseriti in gruppi di riflessione o discussione che continueranno il lavoro.

In una modalità di partecipazione ancora più attiva si coinvolgeranno i partecipanti nel preparare le presentazioni che verranno esposte durante il Cityfest.

Esplorare la città. Una seconda modalità consiste nel “fare esperienza” insieme di alcuni luoghi della città. Esplorare spazi sconosciuti, percorrere la città, alla scoperta dei luoghi e delle loro relazioni con la cultura, la politica, le strutture sociali, gli abitanti è una modalità diretta e molto efficace per prendere coscienza del proprio ambiente.

Concretamente si tratterà di:
- percorsi attraverso la città, punteggiati da tappe o eventi;
- itinerari per la città fatti con mezzi pubblici o a piedi, che rendono vivo un percorso;
- stazioni in luoghi o aree, significativi e di particolare interesse (ad es. piazze, parchi-giardini, quartieri, stazioni, porti, conventi) che verranno “letti” nei loro diversi significati e nel divenire storico.

Anche in questo caso, alle spiegazioni orali, agli interventi di protagonisti o abitanti dei luoghi, alle visite, si accompagneranno piccoli stampati (o altro) illustrativi ed esplicativi.

- fare vivere un luogo attraverso un’attività (di tipo artistico, musicale, culturale): vivere in un luogo per conoscerlo.

Nell’ambito delle attività esemplificate sopra, il ruolo attivo dei partecipanti potrà manifestarsi come reazione durante o dopo l’esplorazione, con interventi orali, disegni, scritti (in prosa o poesia) che facciano rivivere l’anima dei luoghi o che si pongano in un’ottica proiettiva sul divenire dei luoghi o dei temi trattati.

Immaginare la città. Una terza modalità di conoscenza della città sollecita più la dimensione creativa ed immaginativa. Si proporrà ai partecipanti di immaginare il futuro della propria città (globale, parziale o tematico) e di rappresentarlo.

Il punto di partenza potrà essere assai vario: un luogo preciso (piazza, quartiere, nodo di traffico, area di svago), un sistema strutturante della città o di una sua parte (ad es. una linea tramviaria, un sistema di asili-nido di quartiere), un tema problematico (ad es. il tema sempre ricorrente dell’abitazione, l’accoglienza dei migranti, la sicurezza notturna).

La domanda sarà posta in termini che potranno essere: Cosa vorrei nella mia città? Come vorrei la mia città? Cosa potrei fare per la mia città?
- laboratori nei quali si riflette intorno alla propria città;
- laboratori dove si producono oggetti o attività artistiche per la propria città;
- concorsi e gare legate al futuro della città.

Questa partecipazione può anche essere consequenziale alla conoscenza e all’esplorazione della città, come prima descritte.

Il ruolo attivo dei partecipanti è fondamentale: le proposte verrebbero presentate durante il Cityfest dando adito ad una reazione del pubblico.

 

clicca qui per scaricare il file in pdf

Presets
Main Style
Patterns
Accent Color
Apply

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.